mercoledì 25 settembre 2013

SOLLEVARSI SULLA PUNTA DEI PIEDI .

Ciao e buon giorno ,oggi imparerai l'ultimo esercizio della serie degli OTTO PEZZI DI BROCCATO molto semplice da eseguire ed efficace .buona esecuzione :

Scopo: stabilizza i meridiani larghi, ridistribuisce l’energia i tutto il corpo.

Inizia dalla posizione ginocchia unite e non flesse, tieni la testa allineata alla colonna.
Inspira col naso e sollevati lentamente sulle punte dei piedi spingendo la punta della testa verso
il cielo, cerca di non sollevare il mento ma tienilo leggermente indietro.
Resta in questa posizione per 2-3 secondi cerca di percepire l’allungamento della colonna.
Espirare col naso  e scendi lentamente.
Concentrati sulla energia che sale nel corpo fa vibrare la colonna.
I 12 meridiani uniscono la testa ai piedi. I 6 inferiori si attivano stando sollevati sulle
punte dei piedi, i 6 superiori spingendo la testa verso il cielo.
I meridiani lavorano come quando una corda di chitarra si tende e lasciandola questa vibra.
Nella cultura cinese questo esercizio si dice che curi i 100 disturbi, rinforzando il corpo,
mandando energia ai 5 organi e riportando tutto in equilibrio.
Ripetere dalle 7 alle 24 volte




lunedì 23 settembre 2013

COLPIRE COL PUGNO

Ciao e buon martedi ,oggi imparerai il settimo esercizio della serie ,degli OTTO PEZZI DI BROCCATO ,questo esercizio è molto energetico e apporta una notevole vitalità buona esecuzione:

Scopo: porta l’energia dall’interno all’esterno del corpo, rinforza la muscolatura.
Parti dalla posizione con le ginocchia piegate. Serra i pugni e piega i gomiti porta
i pugni rilassati all’altezza della vita, il dorso del pugno verso il pavimento.
Guarda lontano con gli occhi ben aperti.
Inspira, col naso, solleva le braccia incrociate di fronte al corpo; il braccio Sx vicino al corpo
che si solleva sopra la coscia.
Espira col naso ed estendi il braccio Sx serrando il pugno, con una leggera inclinazione, contemporaneamente gira la testa a Sx e porta la mano serrata a pugno alla posizione di
partenza vicino al fianco Dx con il gomito puntato dietro.
Simultaneamente piega le ginocchia abbassati il più possibile, mentre fai uno sguardo furente.
Inspira, rilassa lo sguardo, i muscoli delle braccia, il pugno ed il braccio Dx, sollevati
e guarda in avanti, torna alla posizione iniziale e ripeti con l’altro braccio.
Concentrati sulla contrazione dei muscoli e dello sguardo mentre  espiri, concentrati
sul rilassamento quando  inspiri.
Lavorando sugli occhi ed i suoi muscoli si agisce sul Chi del fegato. L'esercizio nel suo
complesso stabilizza tutta l’energia che si è accumulata negli esercizi precedenti, portarla
poi in superficie e diffondendola in tutti i muscoli in modo, facendo si che l'energia si rafforzi .
Stimola la corteccia cerebrale ed il sistema nervoso.
Ripetere da 4 a 12 volte per direzione.



venerdì 20 settembre 2013

LE MANI SI UNISCONO AI PIEDI

Ciao e buona serata ,imparerai oggi il sesto esercizio della serie degli OTTO PEZZI DI BROCCATO  buona esecuzione :

Scopo: Rafforza il girovita e i reni, porta energia vitale al sistema nervoso centrale.

Inspira col naso mentre , alzi le braccia all’esterno del corpo con i palmi rivolti verso l’alto
fino a sopra la testa. Gira le mani con i palmi in avanti all'altezza del viso, piega leggermente
le ginocchia, inizia a piegarti espirando col naso. La schiena è allineata con la testa e
le spalle sembrano tutt’uno. Finendo la discesa metti la punta delle dita delle mani sotto
le dita dei piedi finisci l’espirazione, lascia la curvatura naturale della schiena.
Resta in questa posizione ed inspira estendendo le ginocchia e alzando la colonna
spinale così che la schiena sia piatta.
Alza l’area cervicale e spingi in alto la punta della testa per allineare la cervicale con
la parte toracica.
Espira e torna in posizione verticale, le braccia rimangono lungo il corpo con i palmi
rivolti verso il pavimento, come a tenere a bada due tigri.
Mentre  inspiri e  sollevi le braccia, concentrati sul Ming Men (tra i due reni).
Mentre  espiri e ti  abbassi per unire le mani ai piedi, concentrati sul Hui Yin
(perineo); mentre  unisci le dita delle mani con quelle dei piedi, concentrati sul
Chang Yang (coccige).
Mentre  alzi la colonna ,  allinea la testa con il resto del corpo concentrati dal coccige
alla cima della testa, Bay Hui, così l’energia fluisce senza ostacoli in questo canale.
Senti l’energia che corre attraverso la corda spinale fino a dentro il cervello.
Mentre  ritorni in posizione verticale espira col naso concentrati sul Lao Gong.
Questo esercizio rafforza i muscoli della pelvi e della regione lombare, il meridiano Dai
Mai (meridiano della cintola) che tiene tutti gli altri meridiani, rafforza i reni massaggiandoli
e facendo circolare internamente la loro energia, previene la lombaggine, migliora
le funzioni renali e surrenali, rafforza l’asse cerebrospinale, regola il sistema nervoso,
migliora il dinamismo cerebrale, potenziando la memoria, la concentrazione e la qualità del sonno.
Le persone che soffrono di pressione arteriosa alta o arteriosclerosi dovrebbero tenere la
testa in alto quando si abbassano e non dovrebbero fare questo movimento per un tempo
esteso.
Ripetere da 4 a 24 volte



giovedì 19 settembre 2013

GUARDARE DIETRO .

Ciao e buona giornata ,oggi imparerai il quinto movimento della straordinaria serie deglio otto pezzi di broccato buona esecuzione:

Scopo: previene le 5 debolezze e le 7 ferite, rende la colonna vertebrale più flessibile,
espelle l’energia negativa che si deposita internamente.

Inizia ruotando la testa a sinistra il più possibile, ruota la colonna spingendo la spalla
Sx indietro ed infine ruota leggermente il bacino. La testa è perfettamente in asse verticale,
lo sguardo è volto all’infinito in orizzontale a 180° rispetto alla posizione di partenza.
Quando torni alla posizione di partenza mantieni lo sguardo al centro dell’asse, ruota
prima il bacino, poi la spalla ed infine il collo, continua la sequenza nella direzione
opposta, alternando a Sx e a Dx.
Per compiere la rotazione completa occorrono minimo 15 secondi ed altrettanti per tornare
alla posizione di partenza. Inspirare quando si inizia il movimento ed espirare prima
che si completi la rotazione della testa sempre col naso. Inspirare quando si torna al centro ed espirare quando si completa il movimento.
All’inizio del movimento durante l’inspirazione concentrati sul Dan Tien, nell’espirazione
concentrati sul punto superiore del perineo Hui Yin fino e scendere sullo Yong
Quan nella pianta del piede, spingendo il Chi fino a terra, aiutando l’eliminazione del
Chi che è stato consumato dalle 5 debolezze e compromesso dalle 7 ferite.
Mano a mano che la concentrazione cresce durante il movimento di tornare indietro,
concentrati sulla eliminazione delle 5 cause della debolezza degli organi e delle 7 ferite
emozionali che disturbano il fluire dell’energia nel corpo. Le cinque debolezze si riferiscono
alle malattie dei cinque organi: fegato, cuore, milza, polmoni, reni; le sette ferite si
riferiscono alle emozioni basilari: rabbia, eccessiva gioia, preoccupazioni, tristezza, disperazione,
paura, panico.
Questo esercizio regola l’area cervicale e i comandi del centro simpatico e  parasimpatico
del sistema nervoso, rafforza i muscoli oculari e la muscolatura cervicale prevenendo i disturbi delle vertebre; massaggia il sistema circolatorio della nuca specialmente le vene
e le arterie cervico-spinali, migliorando la circolazione cerebrale. Molto raccomandato
per chi soffre di ipertensione arteriosa e per chi esce dai postumi di ictus.
Ripetere dalla 4 alle 12 volte per direzione



martedì 17 settembre 2013

RUOTARE LA TESTA ED EQUILIBRARE IL BACINO.

Ciao ,oggi imparerai il quarto esercizio della serie "otto pezzi di broccato
questo esercizio è molto utile per sciogliere le tensioni e ansia :

Scopo: dissolve il fuoco nel cuore. Controlla la distribuzione del sangue e dell’energia
dal cuore e dai polmoni verso tutto il corpo.
Metti le mani nella piegatura dell’inguine con i pollici verso l’esterno, piegati con il
tronco in avanti portandolo parallelo al pavimento, mentre si inspira col naso muovi il tronco in
modo circolare verso Dx, trasferisci il peso del corpo sulla gamba Dx, allunga la Sx.
La spalla sinistra si muove indietro a secondo quanto vogliamo allungare la parte Sx, il
braccio Dx avrò il gomito molto piegato, mentre il Sx sarà esteso quanto il lato.
Testa, tronco e gamba Sx sono allineati, gli occhi fissano il piede sinistro, senza inclinare
la testa; rimani in questa posizione per tre secondi. Ritorna alla posizione di partenza
espirando sempre col naso, ripeti lo stesso movimento verso il lato destro.
Inspirando, la concentrazione parte dal punto Yong Quan, sale fino al polmone (della
parte flessa) e assorbe il fuoco dal cuore. Espirando si espelle questa energia dal polmone.
Il fuoco del cuore è il termine usato per indicare i sintomi provocati da agitazione,
stress, fretta e disordini emotivi, quali insonnia, palpitazioni, tachicardia, irritabilità, ipersudorazione
delle mani e dei piedi.
Ripetere dalle 4 alle 12 volte per direzione.




lunedì 16 settembre 2013

SEPARARE LE MANI .

Ciao  ,e buon lunedi oggi imparerai il terzo esercizio della serie degli otto pezzi di broccato ,prima un breve accenno ai suoi benefici poi l'esecuzione :

Scopo: lavora su stomaco e milza, stabilizzando gli organi digestivi e i punti del corpo
dove l’energia della terra viene assorbita.
Mentre  inspiri col naso porta le mani al livello dell’addome come se  tenessi una  palla.
Espira col naso quando le  separi. Una mano si solleva sopra la testa col palmo in alto e le dita
verso la spalla opposta, l’altro scende col palmo rivolto in basso.
Estendi le braccia ma non completamente, senza rigidità.
Inspira, porta le mani verso l’addome lasciandole parallele.
Espira, separare le mani invertendone la posizione.
Sposta le mani avendo l’impressione di spingere qualcosa che faccia resistenza senza
tensione muscolare.
Concentra l' energia nelle mani, sul punto Lao Gong. Quando le mani sono a livello dell’addome,
devi avere l’impressione di tenere una palla di energia; quando si separano questa
energia si estende dalle braccia fino alle dita.
Immagina che la mano sopra la testa regga il cielo, mentre quella in basso tenga a bada
un animale.
Come si muovono le mani così si muove il Chi: quando sale la mano destra, l’energia sale
nel meridiano della milza, allo stesso tempo, la mano sinistra scende e muove l’energia
nel meridiano dello stomaco, al contrario l’energia si muoverà nel senso inverso.
Questo movimento è di gran beneficio al Chi dello stomaco, aiuta il transito e la digestione
dei cibi, interviene su un eventuale congestione o costipazione, lavora in modo benefico
sul pancreas e sulla milza; riduce l’ipertensione e la cattiva circolazione nelle arterie
delle gambe.
Ripetere dalle 4 alle 12 volte per direzione.




sabato 14 settembre 2013

SECONDO ESERCIZO "OTTO PEZZI DI BROCCATO"

Ciao e buon Sabato ,oggi imparerai il secondo esercizio della serie ,un breve accenno prima sui benefici subito dopo l'esecuzione :

Prendere di mira un’aquila lontana:

Scopo: Rinforza reni, vescica ed organi della riproduzione, controlla l’energia vitale,
previene l’insorgere dell’ernia del disco, rinforza gli organi interni della fascia
addominale
Dalla posizione finale del movimento precedente allontana il piede Sx ed assumi la
posizione di andare a cavallo.
Inspira col naso mentre  sollevi lentamente le braccia di fronte a te, incrociandole a livello
del torace, la Dx verso l’esterno.
Espira col naso  mentre  estendi il braccio Sx come se si tendesse un arco. L’indice ed il medio
della mano sono estesi le altre dita sono piegate e unite tra loro.
Girara la testa a Sx e guarda lontano oltre le dita puntate come se stessi prendendo di
mira un’aquila.
Nello stesso tempo chiudi la mano Dx a pugno come se tendessi la corda dell’arco
e portarla indietro all’altezza della spalla. Il gomito è orizzontale e parallelo al pavimento.
Ritorna al centro con le braccia incrociate, con la Sx esterna; le ginocchia risalgono
leggermente.
La posizione di andare a cavallo favorisce la circolazione del Chi nelle braccia e nelle
spalle perché la concentrazione è indirizzata nel tendere l’arco.
Fai attenzione a tenere i piedi divaricati ma non così tanto da sentire dolore alle articolazioni
delle dita dei piedi.
Quando ti abbassi tieni il bacino ben allineato evitando ogni curvatura della colonna.
Non girare il tronco o il bacino, solo la testa.
Quando  espiri concentrarsi sul Ming Men e sulla punta dell’indice ed oltre all’indice
stesso.
Nel caso di pressione arteriosa alta, la concentrazione è la stessa quando si inspira mentre
durante l’espirazione occorre concentrarsi sul Yong Quan (sorgente di bollicine).





giovedì 12 settembre 2013

GLI ESERCIZI DEGLI OTTO PEZZI DI BROCCATO

CIAO ,e buona giornata ,imparerai oggi il primo esercizo della serie, buona esecuzione.
I MOVIMENTI:

Prima di dare inizio ad ogni movimento respirare con calma attraverso il naso, stare
con la testa diritta, fissare lo sguardo verso il vuoto, rilassare tutti i muscoli.
Stare in questo stato di concentrazione mentale qualche istante per far stabilizzare lo
Shen nella parte superiore del corpo ed il Chi nel Dan Tien.
Mentre si piegano le ginocchia, separare il piede Sx da quello Dx tenendolo nell’ampiezza
delle spalle.
Ad ogni movimento segue immediatamente il successivo senza alcuna pausa.Tenere il cielo in alto con le mani.
Scopo: sposta l’energia dall’alto in basso e viceversa attraverso il corpo e stabilizzare
l’energia nel triplo riscaldatore.
Si inizia con i piedi uniti e paralleli, le ginocchia flesse, le braccia lungo il corpo, la punta
della lingua tocca il palato vicino all’attacco dei denti.
Mentre si inspira, allontanare le braccia dai fianchi con i palmi delle mani rivolti in basso.
Alzarle lentamente sopra la testa con i palmi rivolti verso il cielo, come se lo si sostenesse,
temporaneamente sollevarsi sulle punte dei piedi.
Scendere portando le braccia in basso e focalizzando la concentrazione sul punto Lao
Gong, espirare e deglutire.
Concentrarsi inizialmente sul movimento delle braccia, renderlo armonioso e circolare
come le ali di un uccello.
Dopo averlo ripetuto più volte, concentrarsi sull’aria che ci circonda, focalizzare il pensiero
sulla resistenza che l’aria ci oppone, immaginare che si stia nuotando nell’acqua.
Quando abbiamo raggiunto la piena consapevolezza di questo movimento e sentiamo che
l’energia fluisce nelle braccia e nelle gambe, spostare la concentrazione all’interno del
nostro corpo.
Ora, quando le braccia salgono, concentrarsi sul muovere il Chi dal Dan Tien allo Shan
Zhong, quando le mani salgono dal torace alla testa, spostare l’attenzione sul Terzo occhio,
quando si scende la concentrazione va indirizzata nella direzione opposta.













venerdì 6 settembre 2013

GLI OTTO PEZZI DI BROCCATO

Ciao, e buona serata , ti parlero' oggi degli otto pezzi di broccato esercizi ideati per il rafforzamento muscolare e dell'energia interna :


GLI OTTO PEZZI DI BROCCATO (Ba Duan Jin)
Gli Otto Pezzi di Broccato sono stati creati in Cina dal generale Yue Fei ( nato il 15 febbraio
1103 a.C. ), durante la dinastia Song, per migliorare lo stato psico-fisico dei propri
soldati.
Da allora questi esercizi sono divenuti tra i metodi più utilizzati per migliorare lo stato
della propria salute e prevenire l'insorgere di malattie.
I motivi del successo vanno ricercati:
1. Nella semplicità di apprendere la teoria e la pratica dei suoi movimenti
2. Se viene praticato regolarmente si possono ottenere miglioramenti per la propria salute
in breve tempo
3. Gli esercizi possono essere praticati da chiunque, giovane o vecchio, sano o malato
4. Gli esercizi sono una buona base di partenza per la conoscenza del Chi Kung
In migliaia di anni di questo esercizio ne sono stati creati varie versioni e stili differenti;
non importa quale versione si pratichi, i principi, la teoria e gli scopi sono rimasti quelli
originari.
Quando si praticano gli esercizi con regolarità la mente acquista gradualmente calma e
serenità e tutto il vostro essere inizierà a sentire un maggior equilibrio. Ma la cosa più
importante che deriva da una regolare pratica è la scoperta dell' aspetto interiore dell'energia
del vostro corpo.
Il punto più importante dell'apprendimento non è la forma in se stessa, ma piuttosto la
teoria e i principi di ogni movimento, che ne sono le fondamenta.
Durante gli esercizi la concentrazione va indirizzata soprattutto sugli arti, permettendo al
Chi, pulito, di fluire nei vari canali e portare nutrimento agli organi e in secondo luogo
permettere ai muscoli attorno agli organi stessi di muoversi incrementandone la circolazione,
Wain Dan (elisir esterno) .
Ogni esercizio va ripetuto un certo numero di volte, quelli riportati nell'opuscolo sono
raccomandati, ma se si ha un tempo ristretto per la pratica, è preferibile diminuire il numero
di ogni esercizio piuttosto che trascurarne alcuni.

martedì 3 settembre 2013

CHI KUNG O GI GONG.

Ciao, e buona serata ,oggi inizierai a scoprire cose' il CHI KUNG
Introduzione :Il Qi Gong è utilizzato a scopo preventivo e terapeutico dalla medicina tradizionale cinese. E' una pratica millenaria che oggi si rivela più che mai efficace per contrastare i mali del nostro secolo. La nostra civiltà moderna e consumistica infatti ci ha portato a notevoli livelli di stress, cattiva alimentazione, scarso movimento fisico, inquinamento sonoro ed ambienta le, che ci hanno indotti a condurre una vita costantemente contratta. 
Il QI GONG ci permette di ricondurre il corpo ad uno stato di naturalezza, mediante esercizi ginnici abbinati alla respirazione, che operano su di noi un lavoro interno ed esterno. Il Qi Gong si basa sull' armonizzazione di tre componenti fondamentali della persona: le posture del corpo, il respiro e la forza del pensiero, capaci di interagire in profondità sul sistema nervoso centrale e sul sistema immunitario.

La pratica regolare è
 essenziale. Il chi kung lavora sul vostro modello
energetico interno e, di solito, i risultati esterni si manifestano dopo alcuni
mesi.
Viene usato per disturbi quali: l'ipertensione, l'artrite, alcuni tumori e i disturbi
cronici della respirazione, i disturbi cardiovascolari e del sistema nervoso.
E' un sistema terapeutico preventivo e di cura della salute.
Viene utilizzato anche dagli sportivi per guarire da danni alle ossa, ai nervi e
ai muscoli.
I risultati sono indubbi:
- si rafforza il sistema immunitario;
- è un trattamento efficace delle malattie croniche;
- si ottengono alti livelli di energia e la rigenerazione del sistema nervoso.
 Invece di consumare energia come quasi tutti gli altri esercizi fisici, esso
genera energia pur restando virtualmente immobili; infatti lavora
internamente.