domenica 18 agosto 2013

Esercizi Makko-Ho: Vaso Concezione

Ciao e buon lunedi ,iniziamo oggi la sequenza per allungare e pulire i meridiani energetici
partendo dal ren mai o vaso di concezione ,prima pero' ti daro' un breve accenno della sua
funzione e caratteristica buona lettura :

 Ren Mai -
DECORSO:  E costituito da 24 punti. Il meridiano Parte dal centro del perineo tra ano e la sacca scrotale (VC 1). Sale verso l'alto sulla parte anteriore e centrale del tronco del corpo. Attraversando il pube, gli addominali, il petto, la gola, fino a terminare sotto le labbra in una depressione al centro del solco mento labiale (VC 24).
FUNZIONE: Ren Mai è definito Il Mare dello yin. Luogo di concentrazione di tutte le energie yin dell'individuo. E indissolubilmente ancorato sia al canale Du Mai. Che al 6° strato energetico, (il più profondo) lo Jue Yin.
Collegato a sua volta in alto con il movimento fuoco: Cuore - Intestino Tenue. E in basso con il movimento acqua: Rene - Vescica Urinaria.
Proprio grazie a questa sua duplice bivalenza ha un'azione specifica su utero, prostata, fertilità apparato riproduttivo, potenza sessuale; tutti i problemi che in qualche modo coinvolgono uno scompenso energetico dell'organo e meridiano di Rene.
Sia per problematiche legate il canale e l'organo di Cuore. Quindi: Nella trasformazione della Gu Qi in sangue all'altezza del riscaldatore superiore e nella relativa diffusione del sangue in tutto l'organismo. E problemi cardiaci in generale. Inoltre il suo utilizzo viene impiegato per curare disturbi lungo il suo decorso come: Problemi polmonari, affezioni della tiroide, disturbi lungo il tratto addominale.
Lungo il suo decorso sono situati 6 dei 12 Punti Mu! della parte anteriore del corpo. E sono:
VC 3.   Punto Mu Di Vescica Urinaria.
VC 4.   Punto Mu di Intestino Tenue.
VC 5.   Punto Mu di Triplice riscaldatore.
VC 12. Punto Mu di Stomaco.
VC 14. Punto Mu di Cuore.
VC 17. Punto Mu di Ministro di Cuore.
Vediamo ora il primo esercizio della serie Makko-Hoo:
 Prima di iniziare:
 Scegliete un luogo calmo e tranquillo ed osservate semplicemente il respiro. I piedi sono paralleli e distano l uno dall altro la larghezza del bacino: appoggiate la mano sinistra su quella destra, tenendo i palmi rivolti verso l alto. Le mani sono all altezza dell addome e il bordo esterno (la parte del mignolo) è appoggiata al busto, poco sotto l ombelico. State a guardare il vostro respiro senza modificarlo: prima o poi accadrà che sentirete la
respirazione fluire nell addome e voi diverrete consapevoli del vostro centro. Ciò accade da sé, non
cercate di provocarlo artificialmente, perché in questo modo lo impedireste soltanto. Quando vi sentite rilassati e centrati procedete con il primo esercizio.
In piedi in posizione eretta,inspirando porta  le mani sui glutei,espirando porta la schiena in estensione senza forzare.Immagina un filo che dall'ombellico ti tira su sul soffitto.Tenere la posizione per 4-5 atti respiratori e ritorna nella posizione iniziale espirando ,ripetere l'esercizio .
.




 In piedi, in posizione eretta, inspirando portare le mani sui glutei. 
Espirando portare la schiena in estensione senza forzare. Immaginate un filo invisibile che dall’ombelico vi tira su verso il soffitto. Tenere la posizione per due atti respiratori e ritornare nella posizione iniziale espirando.
Ripetere l’esercizio.
 

Nessun commento: